Sei a rischio bocciatura? Ecco perché devi ritirarti entro il 15 marzo.

Sei a rischio bocciatura? Ecco perché devi ritirarti entro il 15 marzo.
  •  
  •  
  •  
  •  

Secondo l’OCSE, l’Organizzazione per la Cooperazione e lo Sviluppo Economico, la bocciatura è una pratica che rischia di emarginare gli alunni senza peraltro produrre in loro alcun miglioramento nei risultati.

Anzi, continua l’OCSE, alla lunga crea un danno alle casse dello Stato con un aggravio dei costi sociali dovuti alla ripetizione dell’anno (si stima che il Miur spenda tra i 7 e gli 8mila euro l’anno per alunno), sia al ritardo con il quale i giovani si presenteranno al mondo del lavoro.

Tuttavia le cause che portano ad una bocciatura non sempre sono quelle di profitto. Spesso gli alunni vengono bocciati per un elevato numero di assenze. È il caso degli alunni che lavorano e i cui orari sono incompatibili con la quelli della scuola. Stessa cosa dicasi per alunni che intraprendono la carriera teatrale o cinematografica oppure alunni che sono impegnati in attività sportiva agonistica. Lavoro, teatro e sport sono tutte attività che si svolgono in contemporanea all’orario delle lezioni e che impediscono di fatto a questi studenti di seguire un corso regolare.

L’OCSE ritiene inoltre che l’andamento dell’alunno non dipende soltanto dal profitto, ma anche da fattori come il contesto sociale ed economico da cui provengono. Anziché bocciare occorre dedicare maggiore attenzione agli studenti che presentano particolari fragilità.

A norma dell’art. 15 del R.D. 653/1925, il 15 marzo è il termine ultimo entro il quale gli alunni che intendano ritirarsi debbono cessare la frequenza delle lezioni.

In caso di cessazione della frequenza entro il termine predetto, l’alunno non viene scrutinato dal Consiglio di classe ma reiscritto alla classe frequentata durante l’anno in corso, fatto salvo il diritto di presentare entro i termini domanda di esame di idoneità alla classe successiva.

Gli allievi del  Centro Studi L. Giordano studiano in un ambiente accogliente e motivante, ognuno ha un percorso specifico e personalizzato per prepararsi a sostenere l’esame di idoneità alla classe successiva.

Per qualsiasi informazione  a riguardo, siamo a disposizione.

1 commento su “Sei a rischio bocciatura? Ecco perché devi ritirarti entro il 15 marzo.”

  1. La scuola deve ripensarsi come uno spazio flessibile affinché possa coniugare studio e lavoro, costruita a misura dell’alunno con l’obiettivo di far acquisire non solo competenze, ma soprattutto di cogliere i bisogni, le difficoltà e le risorse delle nuove generazioni! Su questi punti cruciali il Centro Studi Giordano dedica massima attenzione, offrendo ai suoi studenti un percorso di studi e di crescita umana in un ambiente sempre più stimolante.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *